Romanzi

Lettera di una sconosciuta – Stefan Zweig

Buonsalve a tutti, lettori!

Iniziamo l’anno non solo con le novità (avete già visto il nostro Oroscopo Letterario? Lo trovate qui), ma anche con una recensione appassionata.

Un testo breve, da leggere tutto d’un fiato, marchiato Adelphi che è praticamente sinonimo di garanzia, una disperata, cosciente, lettera d’amore: tutto questo è Zweig nel suo Lettera di una sconosciuta.

A te, che mai mi hai conosciuta.

Nel giorno del suo compleanno, un avvenente autore viennese riceve una strana lettera da un mittente ignoto. Una lettera d’amore straziante, nata dalla disperazione e dalla rassegnazione più grande: la morte. Di fronte alla morte, la protagonista è impotente e si concede di raccontare, a quel suo amore puro, la storia della sua vita, a partire dal primo momento in cui lo ha visto.

Mi sei rimasto solo tu, che mai mi hai conosciuta e che io ho sempre amato.

L’autore riesce a trasmettere il sentimento della donna parlando tramite la sua voce, utilizzando parole tutte ben scelte, calibrate. Lei si svela piano piano, si spoglia di ogni sua inibizione man mano che scrive e permette, anche al lettore, di entrare in contatto con la sua anima. Prima timidamente, le parole separate tra loro da poca punteggiatura, pochi momenti di pausa. Poi, cresce la bambina del racconto, diventa donna e ha l’occasione di incontrare quello stesso uomo che da piccola spiava dalla porta. Qui, all’incirca a metà del testo, l’autore ci regala un tipo di scrittura più stretto, frenetico pur rimanendo calmo e rassegnato, lento come un corso d’acqua, ma capace di far salire il pathos e la voglia di scoperta, anche per quella che si potrebbe definire solo una banale storia di amore non corrisposto.

Che cos’è mai stata in fondo la mia vita, dopo che ebbi superato l’infanzia, se non un’attesa: l’attesa della tua volontà?

In sole 83 piccole pagine, Zweig ci regala un amore puro, un amore che non chiede nulla in cambio, che si da incondizionatamente. L’amore di una donna che sembra ardita, decisa, tenace, disposta a tutto per aiutare le persone a cui tiene. Eppure, una donna fragile, statica, che sacrifica una vita intera per pochi attimi di illusione di purezza, di vita. Una vita intera per quei pochi attimi in cui, quel uomo che lei amava profondamente l’ha vista, in mezzo alla folla, in mezzo alle pagine dell’involucro del sua anima. Un sacrificio di cui non si pente, a cui non pensa con rancore, solo con il profumo dolce amaro delle cose non dette, delle incertezze.

Sicuramente, cose difficili da fare in così poche pagine e con una storia che molti potevano considerare banale. Consigliatissimo.

A presto per una nuovissima recensione!


Questo blog è affiliato ad Amazon. 

3e3f3c789c0eb1222a9a4d19a0f78d25_w600_h_mw_mh_cs_cx_cy

Lettera di una sconosciuta, Stefan Zweig
Piccola Biblioteca Adelphi

Copertina flessibile € 6,75
Formato Kindle € 1,99

Per acquistare, clicca qui.

Un pensiero riguardo “Lettera di una sconosciuta – Stefan Zweig”

Lascia un commento, siamo interessati alla tua opinione!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...