libreria-umberto-saba_1092191Si trova a Trieste, in via San Nicolò 30, non lontana da Piazza dell’Unità. Il giorno in cui ci andai era chiusa ma il proprietario fu così gentile da farmi entrare lo stesso. È molto raccolta ma stracolma di libri più e meno antichi e rari, stampe e carte geografiche. È stata acquistata nel 1919 dal poeta Umberto Saba ed è diventa un punto d’incontro per intellettuali triestini quali Svevo, Stuparich e Giotti, e autori italiani come Carlo Levi e Comisso. Dal 1981, la gestione è affidata a Mario Cerne, figlio del socio di Saba dopo la guerra e che ereditò la libreria alla morte del poeta. È riconosciuta come un vero e proprio monumento alla memoria. La stanza è stata minuziosamente ricostruita nel Palazzo Isimbardi di Milano per il progetto Expo Belle Arti a cura di Vittorio Sgarbi. È quindi possibile trovarla perfettamente identica anche nel capoluogo Lombardo.
umberto saba

Il proprietario è molto disponibile e mi ha messo al corrente di una curiosità: se ci si inginocchia davanti al ritratto di Umberto Saba si vedrà riflesso al suo interno il logo della Libreria che si trova all’ingresso. Simpatica come idea!

Ritengo che se si visita Trieste sia una tappa da prendere in considerazione: è esempio della grandezza del patrimonio culturale italiano, che bisogna coltivare e curare con amore e dedizione, proprio come fa il signor Cerne.

Annunci

Lascia un commento, siamo interessati alla tua opinione!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...