Killer Instinct – S.E. Green

Le Muse dell'Aedo, Romanzi

Trama “Io studio i serial killer. Sono gente solitaria. Soffrono di un disturbo ossessivo-compulsivo. Non provano sentimenti e hanno fantasie di violenza. Dotati di una grande intelligenza, visti dall’esterno sembrano normali. È interessante questo: anch’io corrispondo al profilo. Ho degli impulsi. Invento modi per infliggere una punizione brutale a chi ha fatto del male ad altri. Natura contro cultura. Questo l’ho studiato, è ovvio. Non so perché sono come sono, perché ragiono come ragiono, perché faccio quello che faccio. La mia unica certezza è che sono diversa. Lo sono sempre stata.” Per il resto Lane è una ragazza perfettamente normale: ha una famiglia che l’adora, a scuola non è niente male e fa la volontaria in uno studio veterinario. Il suo “lato oscuro” ha imparato a tenerlo a bada dedicandosi alla caccia dei serial killer. In fondo chi li capisce meglio di lei? E così quando la polizia fallisce ci pensa Lane a fare giustizia… Finché un giorno scompare una giovane maestra che viene ritrovata tempo dopo fatta a pezzi. Il killer si fa chiamare il Decapitatore, e questa volta sa benissimo chi è davvero Lane o meglio cosa si nasconde dentro di lei. Inizia così una caccia al topo in cui però non si sa bene chi sia il gatto e chi il topo…

Recensione La protagonista è Lane, un’adolescente piuttosto particolare, con un’ossessione per i serial-killer. Il libro è scritto in prima persona perciò il lettore conosce tutti i suoi pensieri e da questi comprende che lei stessa si considera una psicopatica. Tuttavia più si va avanti nel libro più questa definizione non risulta corretta. Una personalità psicopatica dimostra indifferenza, difficoltà di mantenere rapporti con gli altri, assenza di senso di colpa, tendenza ad incolpare gli altri. Lane non è così. Ama il suo fratellino, è molto legata alla sua amica Reggie, ha una cotta per il dottore della clinica veterinaria. Il suo punto debole su cui farà leva il Decapitatore è proprio l’amore verso la sua famiglia. Certo, non lo si può definire un atteggiamento di una normale adolescente: è molto silenziosa e riflessiva, sfoga la sua rabbia sui criminali a cui dà la caccia. È vero che tiene le sue emozioni sopite ma ce le ha ed emergono in diverse situazioni. Emblematico è il fatto che nonostante ne abbia la possibilità e l’abbia programmato, non arriva mai ad uccidere nessuno. La sua coscienza, alla fine, glielo impedisce.

L’autrice è molto brava nel deviare i sospetti e catturare l’attenzione del lettore, che non può fare a meno di creare teorie su teorie riguardo all’identità del Decapitatore.

Vi è una scarsa caratterizzazione degli altri personaggi ma tutto sommato ciò è coerente con la personalità introversa della protagonista. Tuttavia ritengo che qualche dettaglio in più su di loro avrebbe reso le indagini sul serial-killer più complete. Questo fatto rende il finale assolutamente inaspettato, non c’è alcun indizio che ce lo possa far intuire nel corso della lettura. L’effetto sorpresa è garantito ma avrei preferito che mi fossero stati dati più elementi su cui ragionare.

Voto 7 ½killer instinct

TITOLO: Killer Instinct
AUTORE: S. E. Green
CASA EDITRICE: Mondadori
GENERE: Romanzo
SOTTOGENERE: Thriller psicologico
PREZZO: Copertina rigida € 15.73
Formato Kindle € 6.99

Annunci

Lascia un commento, siamo interessati alla tua opinione!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...